Perchè scegliere ARCHIUI

Un’esperienza innovativa nel contesto culturale contemporaneo

OPEN SOURCE

Crediamo nell’eccellenza e nella collaborazione. Per questo Archiui è costruito con i migliori strumenti internazionali open source: il software CollectiveAccess, le piattaforme WordPress e ElasticSearch, il database Mongodb.

USER INTERFACE

Archiui è totalmente responsive. Valorizza il patrimonio del tuo archivio pubblicando online le tue collezioni, permette di personalizzare l’interfaccia utente e navigare con funzionalità innovative.

WEB-BASED

Per usare Archiui non servono installazioni dedicate: ogni device connesso a internet è la porta per accedere a una piattaforma stabile, aggiornata e protetta da backup periodici.

GLAM

Gallerie, Biblioteche, Archivi, Musei conservano enormi patrimoni culturali. Archiui valorizza la specificità di ciascuna istituzione, integrandone il valore documentale.

ARCHIUI

Archiui è una piattaforma supportata dalle migliori soluzioni open source progettate per la gestione digitale e la valorizzazione dei patrimoni archivistici, bibliografici, museali. Lo sviluppo e l’evoluzione della piattaforma sono garantiti dal lavoro collaborativo della community internazionale che opera intorno agli strumenti open source utilizzati. Questa scelta assicura maggiore stabilità informatica, elevati standard tecnici, facilità di personalizzazione, interoperabilità e riduzione dei costi. Archiui è una soluzione SaaS: garantisce ai partner la libertà assoluta dei dati, consentendo l’esportabilità in qualunque momento verso altri sistemi e/o server, nonché l’aggiornamento costante del sistema, senza oneri aggiunti per l’acquisto di licenze o software. Archiui nasce da tre primati. Sono quelli raggiunti da Promemoria, che per prima ha:
– portato in Italia l’esperienza di CollectiveAccess, introducendo e personalizzando per gli archivi italiani il software nato dalla ricerca e dalla collaborazione tra importanti Istituti culturali americani e utilizzato oggi da migliaia d’istituzioni;
– implementato l’utilizzo del plugin WordPress nei back end, garantendo una personalizzazione funzionale alle differenti esigenze di visualizzazione e gestione della maschera di catalogazione;
– promosso la messa in rete tra archivi, supportando i singoli istituti nel processo di valorizzazione dei propri patrimoni con la creazione di archivi digitali e favorendone la ricerca della sostenibilità economica.

schema_ARCHIUI-05

Tutte le funzionalità di ARCHIUI

ARCHIUI si adatta al tuo mondo

Cataloga i dati con criteri standard, omogenei e condivisi

CollectiveAccess è l’applicativo che Archiui ha scelto per la descrizione degli oggetti archivistici. Il suo tracciato rispetta i principali standard descrittivi nazionali e internazionali: ISAAR, per le authority (enti, persone, famiglie) e ISAD(G) per gli oggetti archivistici stessi.
La flessibilità di CollectiveAccess permette inoltre di implementare gli eventuali tracciati descrittivi di oggetti definiti da normative e regole di catalogazione ICCD (disegni, stampe, fotografie, manifesti, mappe, video, audio) o di altri tipi di oggetti (ad esempio campionari tessili).

Trova quello che cerchi,
da qualunque punto di partenza

Archiui affina le modalità di ricerca standard per parola chiave usando un motore di ricerca per attributi o set di dati arricchito da un sistema di filtri specifici per ciascuna delle soluzioni proposte.
Grazie alla sua interfaccia web flessibile e modulabile, Archiui rende unica l’esperienza degli utenti: con CollectiveAccess la fruizione dei dati catalogati è percorribile da molteplici punti di accesso, in funzione delle chiavi identificate. Ogni oggetto descritto è inserito in un sistema di relazioni che ne permette contestualizzazione e geolocalizzazione.

Connette gli archivi,
aprendo le porte della fruizione

CollectiveAccess è dotato del protocollo OAI-PMH (Open Archives Initiative Protocol for Metadata Harvesting), un’infrastruttura di comunicazione che permette di esporre i dati del proprio archivio in formato .xml, facilitandone la condivisione e la fruizione in altri sistemi informatici.
La scalabilità di questa soluzione consente ad Archiui di agire su livelli differenti (internazionale, nazionale e locale), agevolando lo scambio e il riuso delle informazioni tra sistemi. Connettendo archivi distinti, compresi quelli afferenti ad uno stesso nucleo centrale, raggiunge un efficace grado di interoperabilità.

Riporta in vita i dati.
Anche quelli chiusi nel cassetto

Archiui gestisce la migrazione di dati da altri applicativi (xDams, Guarini Archivi, GEA, Arianna, Archimista, MS Access, MS Excel…), tracciando i dati contenuti nei sistemi preesistenti senza alterarne o modificarne le informazioni connesse e implementando nella piattaforma ogni tipologia di dato. L’uso di CollectiveAccess consente ad Archiui di garantire una gestione unificata di diverse banche dati.
Il formato testuale dei dati archiviati, compatibile con il web, ne consente inoltre la ricerca, il recupero, la visualizzazione e la navigazione on line.

L’archivio a portata di clic,
con qualunque device

La fruizione online degli oggetti archivistici catalogati con CollectiveAccess avviene mediante l’uso di una piattaforma WordPress, dotata di un’interfaccia web per la pubblicazione dei dati di tipo responsive.

Ottimizzando il layout grafico del suo front end a qualunque tipo di device utilizzato per la fruizione del dato (pc, tablet, smartphone), Archiui personalizza l’user experience dell’utente.
Il sistema si adatta dunque a diverse esigenze di marketing e comunicazione degli archivi.

Tavoli interattivi per toccare con mano gli archivi digitali

Grazie alla tecnologia touch, la piattaforma di Archiui consente all’utente di interagire direttamente con gli oggetti digitalizzati e conservati nell’archivio con un semplice gesto della mano. L’interfaccia dinamica applicata a display evoluti consente l’accesso alle informazioni catalogate connesse all’oggetto (video, audio, dati, immagini, mappe), rese fruibili sul tavolo interattivo e sugli schermi ambientali a esso collegati tramite proiettore. Ricerca tra i contenuti, visualizzazione in 3D degli oggetti digitali della collezione, rotazione, composizione, ingrandimento, approfondimento sono solo alcune delle funzionalità implementabili nell’esperienza di fruizione dell’utente, che accede al tavolo da una pluralità di punti differenti.

Archiui racconta l’archivio
in modo nuovo

Archiui aiuta gli archivi a valorizzare il patrimonio documentale custodito nel corso della propria storia. Con i Tour digitali l’utente viene guidato alla scoperta dei documenti catalogati attraverso una narrazione multimediale e virtuale.
Fotografie, carteggi, mappe, bozzetti, tessuti, video catalogati con CollectiveAccess e connessi da una mappa relazionale, racconteranno in prima persona una storia fatta di persone, luoghi, snodi epocali. I dati aggregati, indagati mediante chiavi di ricerca e categorie descrittive (geografiche, storiche, tematiche) relative ai nuclei tematici interessati, saranno restituiti sotto forma di risultati di ricerca o fruiti tramite percorsi virtuali sulle pagine di un sito web dedicato, dinamico e responsive.

Archiui aiuta gli archivi
a essere sostenibili

Come? Attraverso l’implementazione di una pagina shop per ogni realtà aderente al progetto, collegata a sua volta a Kollectium, la piattaforma di e-commerce consolidata e ideata in partnership con Nikon Italia. Qui si potranno acquistare le stampe di immagini storiche di grandi brand, archivi e musei italiani. Oggetti da collezionare per il pubblico, oggetti da veicolare con uno strumento efficace di raccolta fondi e investimento per le realtà coinvolte.

COLLECTIVEACCESS È CONVENZIONATO CON

DGA

PARTNERS DEL PROGETTO ARCHIUI

disma_l

.

memoria